…IL GRANDE FIUME TRA ADRIA E OCCHIOBELLO

(Adria – Occhiobello – 59 km)

4 gt po veneto centrale

SCARICA

–>   RoadBook

–> Traccia GPS

 

riassunto 4 po veneto centrale

4. – Po veneto centrale – sull’argine del Grande Fiume (Adria – Occhiobello – 59 km)

Dopo aver solcato la laguna veneta e attraversato i paesaggi terra-acqua della zona del Delta, in questa tappa il Green Tour inizia a condurci lungo l’argine veneto del Po, in una serena pedalata meditativa interrotta solo dal periodico succedersi dei paesi al di sotto dell’alto argine, mentre il Grande Fiume ci accompagna al di là di un’ampia golena che preserva il territorio dai rischi di alluvioni.

Partiremo dalla bella cittadina di Adria, l’etrusca Atriano, secondo centro del Polesine per numero di abitanti dopo il capoluogo Rovigo e in antichità porto sul mare che da lei prende il nome; per approdare infine nel centro di Occhiobello, a lungo dominata dalla vicina Ferrara al punto che la sua popolosa frazione Santa Maria Maddalena era parte integrante del territorio comunale estense prima che nel XII secolo la rotta di Ficarolo portasse il corso del fiume a dividerla da Pontelagoscuro, e ancora oggi luogo di passaggio culturale in cui convivono armonizzandosi lo spirito veneto e quello emiliano.

Da Adria (km 0,0) si esce seguendo per buona parte della tappa l’itinerario regionale I-3 Via del Mare verso Rovigo. Dopo aver costeggiato per un tratto l’argine destro del Canal Bianco ci si dirige a sud verso la frazione di Bottrighe (km 5,3), dalla quale si raggiunge presto l’argine sinistro del Po in località Curicchi (km 6,9).

Inizia cosÌ la tranquilla escursione a fianco del fiume che porta a passare con periodica regolarità a fianco di gradevoli centri abitati, generalmente con la caratteristica piazza centrale a stretta vicinanza dell’argine, che ogni volta si annunciano all’orizzonte col loro campanile e che possono offrire l’occasione di una sosta ristoratrice specialmente durante i periodi più caldi, nei quali il sole irraggia con insistenza un percorso privo di ombreggiamento e dunque particolarmente esposto. Si arriva così a Papozze (km 16,0), Villanova Marchesana (km 20,9), Crespino (km 27,7), Guarda Veneta (km 34,4) da cui si può raggiungere Rovigo (vedi più sotto) e – preceduta poco prima dalla scenica villa Morosini – Polesella (km 39,2), da cui parte la ciclovia Adige-Po.

La vista dei ponti sul Po, prima quello ferroviario e poi quello stradale e autostradale, annuncia l’ingresso nel territorio comunale di Occhiobello con l’esteso abitato di Santa Maria Maddalena (km 54,8); da lì si raggiunge presto il centro storico della località (km 59,5).

 

Possibili deviazioni

– Da Adria si può raggiungere agevolmente la ciclovia dell’Adige tra Pettorazza Grimani e Cavarzere (località Boscofondi) in circa 13 km, percorrendo la poco trafficata strada che passa per Orticelli e Fasana.

– Polesella è il terminale padano della ciclovia Adige-Po (sito web www.ciclabileadigepo.it), che in circa 32 km porta al terminale atesino di Barbuglio (11 km ad est di Badia Polesine) passando per le belle cittadine storiche di Fratta Polesine e Lendinara.

– Da Guarda Veneta si può raggiungere in circa 15 km Rovigo lungo l’itinerario regionale I-3 Via del Mare, con deliziosa entrata in città lungo la pista ciclabile dell’Adigetto.

– A Santa Maria Maddalena c’è il ponte sul Po con cui si entra a Ferrara, prima nella frazione arginale di Pontelagoscuro e poi, a circa 8 km, nel centro storico cittadino.

 

 

– torna alla panoramica dei PERCORSI –