PASSAGGIO TRA VENEZIA E IL MARE

(Jesolo – Chioggia – 57 km)

2 gt laguna veneta

SCARICA

–>   RoadBook

–> Traccia GPS

 

riassunto 2 laguna veneta

2. – Laguna Veneta
– passaggio tra Venezia e il mare
(Jesolo – Chioggia – 57 km)

Questa tappa del Green Tour racchiude in sè due esperienze affascinanti: nella prima parte, dopo averlo visto nascere nelle risorgive tra Casacorba e Vedelago e attraversare sinuoso e verdeggiante la marca trevigiana tra il capoluogo e Jesolo, accompagniamo il fiume Sile alla sua foce di Cavallino; nella seconda attraversiamo con l’aiuto della navigazione interna l’arco delle isole della laguna veneziana, uno stretto e lungo corridoio tra la Serenissima e l’Adriatico, passando dalle spiagge del Veneto orientale lungo il litorale del Cavallino al Lido, poi a Pellestrina e infine a Chioggia, la “Piccola Venezia” già in odore del delta del Po.

Dal paese di Jesolo (km 0,0) si segue l’argine destro del Sile lungo via Cristo Re, che da asfaltata diventa presto sterrata e conduce in un bel paesaggio naturale. Si raggiunge così la penisola del Cavallino (km 9,2), ormai in vista della foce, di cui percorriamo il versante interno che dà sulla laguna, con possibili interessanti escursioni ad esempio a Lio Piccolo; il classico litorale con le spiagge, posto nel versante sud della penisola, resta comunque sempre a portata di mano e può essere raggiunto in qualsiasi momento. Arrivati a Punta Sabbioni, estremità ovest della penisola (km 23,8), ci si imbarca sulla linea 14 della ACTV per sbarcare (km 30,3) nella parte nord del Lido in Riviera Santa Maria Elisabetta, la zona “mondana” dell’isola raggiungibile sempre con ACTV anche da Venezia partendo da vari punti della città, ad esempio da San Marco o dal terminale del Tronchetto (per orari e percorsi della navigazione ACTV si veda nel sito web actv.avmspa.it (+ link diretto).

Scesi dalla navigazione al Lido, si può risalire in bici; poco dopo essere passati davanti al Palazzo del Cinema, sede principale della Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica (km 32,2) si imbocca con attenzione il percorso dei Murazzi (km 33,4) con vista sull’Adriatico, per uscirne a Malamocco (km 37,0), luogo sempre gradevole per piccole escursioni e “pause cicchetti”. Si prosegue quindi fino alla punta sud del Lido, Alberoni, dove ci si imbarca di nuovo (km 41,5) sulla linea 11 della ACTV in direzione Pellestrina.

 Scesi all’attracco nord di Pellestrina, Santa Maria del Mare (km 42,9), si risale in bici per percorrere la tranquilla isola in direzione sud, passando a fianco dei centro abitati di San Pietro in Volta e Pellestrina. Prima di imbarcarsi nuovamente (km 52,1) sulla linea 11 della ACTV per raggiungere la meta di questa tappa, Chioggia, può essere consigliabile anche un’escursione nell’estremità sud dell’isola, Ca’ Roman, luogo di particolare interesse ambientale.

 A Chioggia si sbarca all’attracco nord di Ponte Vigo (km 57,2), dove terminata questa tappa del Green Tour ci si può dedicare a una piacevole sosta con visita della cittadina posta sulla laguna del Lusenzo e dotata del popolare litorale di Sottomarina, famosa, oltre che per il pesce, anche per la varietà e bontà dei tipici dolci da forno.

  

Possibili deviazioni

– Da Jesolo si può seguire l’itinerario cicloturistico regionale I3 Via del Mare verso est raggiungendo Caorle e – in ambiente lagunare – Bibione, passando poi al di là del fiume Tagliamento a Lignano, in Friuli Venezia Giulia. Tale percorso tra Bibione e Punta Sabbioni è tabellato anche come GiraLagune.

– Dal Cavallino (Punta Sabbioni) e dal Lido ci si può imbarcare per Venezia sulle linee ACTV, dirigendosi ad esempio a San Marco o al terminale del Tronchetto (per orari e percorsi della navigazione ACTV si veda nel sito web actv.avmspa.it (+ link diretto).

– Da Chioggia, oltre all’itinerario regionale I3 Via del Mare con cui si prosegue il percorso del Green Tour nelle tappe verso il Delta del Po, passa anche l’itinerario regionale I2 Anello Veneto che conduce lungo il Bacchiglione a Pontelongo e Bovolenta per arrivare a Battaglia Terme e di là, risalendo il canale Battaglia a fianco delle note località termali dei colli Euganei, fino a Padova e oltre (la documentazione è reperibile nel sito web della Regione del Veneto, veneto.eu: Itinerari -> Sport e Turismo -> Cicloturismo).

 

 

– torna alla panoramica dei PERCORSI –